Navigazione veloce

Polo per l’Inclusione Ambito Territoriale 25

Ambito Territoriale 25

A partire dall’anno scolastico 2016/2017, per Milano e  Provincia, sono stati individuati sei Poli Inclusione come da schema :

MECCANOGRAFICO  ISTITUTO  DIRIGENTE  AMBITO
MIIC880008  IC ORCHIDEE ROZZANO ANGELA DEL VECCHIO 25
 MIIS058007 IPS FRISI LUCA FRANCO AZZOLINO 21
MIIC8BB008 IC DIAZ RIGHI CECILIA 22
 MIIC8DB00D IC DON MILANI NOVATE DIPIERRO ELENA 23
MIIC8D9008 IC BONVESIN DE LA RIVA OSNAGHI ELENA 26
MIIC8EM00Q IC CAVALCANTI SAN GIULIANO  RUBERTO STEFANIA 24
MIPS16000D LS MARCONI DONATA GRAZIELLA

SCOTTI

CTS Milano e Città Metropolitana

Decreto

……………………………………………………………………………………………………………………………………………

Scuola Polo Rozzano IC Orchidee Via delle Orchidee

a.s. 2016/2017

calendario formazione scuola polo rozzano 16_17

…………………………………………………………………………………………………………………………………………..

Scuola Polo Rozzano IC Orchidee Via delle Orchidee

a.s. 2015/2016

calendario 2 roz

 

 

………………………………………………………………………………………………………………………………………….

CTI – Centro Territoriale per l’Inclusione Ambito Territoriale 8 – Rozzano

“I disturbi dello spettro autistico”

Lunedì 7 marzo 2016

16.45/18.45

Presso Cascina Grande Rozzano
Via Togliatti
Sala esposizione 1° piano

Locandina

Scheda Iscrizione

 Il percorso è rivolto a tutti i docenti del CTI 8 Rozzano. Obiettivo dell’incontro è quello di trasmettere informazioni utili e fornire strumenti di base per il successo formativo di tutti gli alunni.

 ………………………………………………………………………………………………………………………………………………….

Aggiornamento modulistica PDP a cura del CTI Ambito 8 Rozzano

A.S. 2015/2016

La scuola italiana negli ultimi anni è andata incontro a grandi cambiamenti per garantire a tutti gli alunni, un ambiente accogliente in cui realizzare il proprio percorso formativo e didattico, a prescindere dalle diversità funzionali e da bisogni specifici. L’offerta di una scuola inclusiva capace di accompagnare gli studenti nella crescita personale, sociale e formativa si articola su vari livelli e necessita di diversi strumenti. Norme primarie di riferimento per tutte le iniziative che la scuola ha finora intrapreso sono state la L. 104/1992 per la disabilità, la L. 170/2010 e successive integrazioni per gli alunni con DSA, e sul tema della personalizzazione la L. 53/2003.

Con la direttiva del 27 dicembre 2012, relativa ai Bisogni Educativi Speciali (BES), il MIUR ha accolto gli orientamenti da tempo presenti in alcuni Paesi dell’Unione Europea, che completano il quadro italiano dell’inclusione scolastica.

La Direttiva amplia, al di là dei DSA, l’area delle problematiche prese in considerazione quali, ad esempio, i deficit del linguaggio, delle abilità non verbali, della coordinazione motoria, dell’attenzione e dell’iperattività, nonché il funzionamento intellettivo limite, e introduce il tema dello svantaggio socio-conomico, linguistico, culturale.

In questa ottica, ogni istituzione scolastica ha il compito importante di saper leggere e interpretare i bisogni degli alunni BES e di trovare le strategie più pertinenti ed efficaci per costruire una corresponsabilità, ma non in solitudine, bensì attraverso il dialogo tra le stesse Istituzioni scolastiche e le agenzie educative e i servizi socio-sanitari del territorio. Nel protocollo di rete del CTI era già stata espressa dalle istituzioni scolastiche afferenti, la volontà di sviluppare attività didattico-organizzative, di ricerca e sperimentazione per lo sviluppo della cultura dell’Inclusione Scolastica, in un circuito che possa aggregare più forze. Il gruppo di lavoro costituitosi in seguito alla sottoscrizione del protocollo, operante presso il CTI di Rozzano, partendo dall’assunto che per inclusione scolastica si intende un processo volto a rimuovere gli ostacoli alla partecipazione e all’apprendimento che possono derivare dalla diversità umana, in relazione a differenze di genere, di provenienza geografica e di appartenenza sociale e per supportare le scuole, facendo rete fra loro e con il proprio territorio, ha lavorato per ottimizzare alcuni materiali costruiti nel corso di anni di formazione sul campo e proporre l’adozione di nuovi strumenti per una didattica inclusiva. L’obiettivo perseguito è stato quello di creare materiali utili per sostenere la pratica didattica quotidiana dei docenti, anche a seguito del confronto tra le varie realtà scolastiche, promuovendo l’unione di competenze e di risorse umane e professionali. Si ritiene che, una delle strade percorribili, per la costruzione di una scuola inclusiva, dove tutti gli alunni possano essere messi in condizione di poter apprendere, formarsi e sviluppare il proprio progetto di vita, dipende in grande misura anche dalla capacità di dialogo e di collaborazione tra le scuole. Si auspica che vi sia da parte dei docenti di tutte le scuole del CTI una condivisione del lavoro proposto, che consenta di aprire un confronto ed una riflessione comune sulle strategie di intervento più idonee al fine di monitorare i processi e documentare i risultati.

Pertanto, si inviano alle scuole in rete con il CTI ambito 8, i seguenti modelli PDP, aggiornati secondo le differenti specificità:

•PDP svantaggio socio-economico

•PDP svantaggio linguistico-culturale

•PDP ADHD

Si ringraziano le scuole afferenti ed in particolare i referenti del CTI, per la qualità del lavoro svolto, la disponibilità e la grande professionalità dimostrata.

 

Cordiali saluti.

Il Dirigente Scolastico

D.ssa Antonia De Felice

——————————————————————————————————————

CTI – Centro Territoriale per l’Inclusione  Ambito Territoriale 8 – Rozzano

Seminario per docenti “Insegnare in classi con Bisogni Educativi Speciali. Analisi di casi”

28 aprile 2015

17.00/19.00

Presso Cinema Fellini, Viale Lombardia, 53 Rozzano

insegnare in classi con BES

Le Istituzioni scolastiche afferenti sono inviatate ad inviare la scheda adesione entro il 22 aprile 2015 all’indirizzo: ctrh@archimederozzano.it

Materiali del Seminario


CTI – Centro Territoriale per l’Inclusione Ambito Territoriale 8 – Rozzano

Seminario Formativo per docenti “Le problematiche comportamentali e cognitive di bambini e ragazzi con ADHD: strategie scolastiche e gestione della classe”

27 maggio 2014 e 3 giugno 2014

 dalle ore 17.00 alle ore 20.00

 presso Cascina Grande, Sala Conferenze, piano terra

Via Togliatti, Rozzano Milano

Materiali

27 maggio 2014

PDP per ADHD

Mappa BES AIFA

ADHD e le circolari del MIUR

Presentazione Astrid Gollner

Presentazione Dott.ssa Francesca Sgroi

3 giugno 2014

Presentazione Dott.ssa Sara Ornaghi

SCALA IPDDAI